Le fondamenta della nostra cucina

 

Giuditta Marasco1) Consumare cibi che contengano meno chimica possibile.

I danni che i pesticidi e altri prodotti chimici utilizzati in agricoltura causano alla salute umana e a quella dell’ambiente sono ormai noti a tutti. Consumare cibi non trattati chimicamente significa prendersi cura di se stessi e di chi ci sta intorno, salvaguardando l’eco-sistema e guadagnandoci in termini di gusto.

2) Imparare a bilanciare.

Per il benessere del nostro corpo non basta consumare cibi biologici o naturali se commettiamo errori nutrizionali, come una dieta sbilanciata. L’alimentazione deve essere varia ed equilibrata quindi occorre rispettare le giuste proporzioni tra i marco-nutrienti, anche a seconda delle diverse esigenze personali.

3) Prediligere i cibi di origine vegetale.

Questa scelta alimentare migliora la nostra salute e quella del pianeta, ricordando comunque che il nostro organismo ha bisogno di tutti i nutrienti necessari al suo funzionamento. Dunque, anche un regime alimentare prevalentemente vegetale dovrebbe  essere correttamente bilanciato e completo. In linea con le indicazioni dell’OMSe per motivi legati alla sostenibilità ambientale, la nostra cucina non prevede l’utilizzo della carne, fa un grande utilizzo di ingredienti vegetali naturali e adopera pesce azzurro, pescato nei nostri mari rispettando la stagionalità.