Ribollita

7,00

Ribollita toscana con verdure e legumi

Antica ricetta della tradizione culinaria toscana, la Ribollita era conosciuta come “zuppa toscana di magro dei contadini” , denominata così anche da Pellegrino Artusi nel suo celebre ricettario. Fonti del Cinquecento testimoniano l’esistenza di una minestra preparata con alcune materie prime che caratterizzano la Ribollita: il pane e il cavolo nero. Con il nome Ribollita si fa riferimento all’atto di far ri-bollire, una o più volte, una zuppa preparata in precedenza. In origine, si facevano ri-bollire gli avanzi di cibo della settimana che venivano mescolati e sottoposti ad un'ulteriore cottura. Arrivata fino ai nostri giorni, rappresenta una delle zuppe più apprezzate; con verdure di stagione e fagioli, la ribollita andrebbe gustata con del pane raffermo (con un indice glicemico inferiore rispetto a quello fresco), per un pasto completo e bilanciato.

 

Per un pasto bilanciato consigliamo i seguenti abbinamenti: