Tag Archives: glicemia

Carboidrati e glicemia

pasta e fagioli

pasta e fagioli

I carboidrati rappresentano , per l’organismo, la fonte di energia privilegiata; solo in assoluta mancanza di essi ( esclusione con la dieta ) il corpo si rivolge all’utilizzazione delle proteine e dei grassi per ottenere energia. Persistendo tale situazione si formano dei prodotti intermedi , chiamati corpi chetonici e responsabili di una forte acidosi metabolica , condizione negativa che conduce a uno stress non trascurabile per il nostro corpo , specialmente a livello renale e respiratorio, dove maggiore è l’escrezione di tali sostanze (…a proposito di diete iperproteiche come la Dukan).

Dopo aver mangiato, l’aumento della glicemia provoca la secrezione dell’ormone insulina da parte del pancreas, che ha il compito di far stimolare le cellule a usare il glucosio. Quando la cellula non ha più bisogno di glucosio , soddisfatte le proprie necessità , l’eccesso viene stivato nel fegato e nei muscoli sotto forma di glicogeno e, quando anche queste riserve sono piene, l’ulteriore eccesso si trasforma in grasso e si accumula nel tessuto adiposo.

Il continuo eccesso di glucosio puo’ portare la cellula a essere più resistente all’azione dell’insulina, per cui quest’ultima accetta meno glucosio e la glicemia permane elevata.

Si instaura, così, una condizione patologica nella quale abbiamo un eccesso di glucosio nel sangue e, allo stesso tempo, un eccesso di insulina ( secreta nel tentativo di ridurre la iperglicemia ma non utilizzata a pieno dalla cellula ). Questa condizione è strettamente correlata con la facilitazione delle cellule cancerose a moltiplicarsi e svilupparsi maggiormente.

Consumando carboidrati derivati da cereali integrali si disinnesca il meccanismo insulinico perverso, di diminuire la glicemia e, soprattutto, di inibire la crescita delle cellule cancerose.

Grande importanza riveste anche l’abbinamento di carboidrati e proteine. Bilanciare nello stesso pasto carboidrati e proteine vuol dire prima di tutto ridurre la quota dei primi. In secondo luogo la presenza di proteine rallenta l’assorbimento degli zuccheri dilatando il picco glicemico su un tempo più lungo e riducendone di conseguenza l’ampiezza, quindi attenzione alle diete dissociate.